Privacy: Informativa ai sensi e per gli effetti della Normativa Privacy applicabile (Regolamento (UE) 2016/679.

La Società Italiana di Urologia, in qualità di Titolare del trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento UE 679/2016, descrive le modalità di gestione e accesso al sito internet relativamente al trattamento di dati personali di coloro che interagiscono con i servizi messi a disposizione e i contenuti offerti da SIU e accessibili a partire dall’indirizzo www.controllati.it. 

La presente informativa riguarda esclusivamente il sito di www.controllati.it e non riguarda invece gli altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite collegamento ipertestuale.

TITOLARE DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Il Titolare del loro trattamento è Società Italiana di Urologia, che ha sede in Roma, Via Giovanni Amendola n. 46.

TIPI DI DATI TRATTATI 

A seguito dell’accesso e della consultazione di questo sito possono essere raccolti dati relativi a persone identificate o identificabili.

Dati di navigazione 

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) e altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente.

I dati sono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e sono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito.

Dati forniti volontariamente dall’utente

L’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica, anche attraverso modulistica elettronica, attraverso questo sito comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nel format compilato.

Cookies

La SIU raccoglie dati personali attraverso cookies. Maggiori informazioni sull’uso dei cookie e tecnologie affini sono disponibili qui.

FINALITA’, BASE GIURIDICA E NATURA OBBLIGATORIA O FACOLTATIVA DEL TRATTAMENTO

I dati personali che vengono forniti attraverso il sito saranno trattati dal Titolare del trattamento per le seguenti finalità:

a) finalità di ricerche/analisi statistiche su dati aggregati o anonimi, senza dunque possibilità di identificare l’utente, volti a misurare il funzionamento del Sito, misurare il traffico e valutare usabilità e interesse;

b) finalità relative all’adempimento di un obbligo legale al quale il Titolare è soggetto;

c) finalità necessarie ad accertare, esercitare o difendere un diritto in sede giudiziaria o ogniqualvolta le autorità giurisdizionali esercitino le loro funzioni giurisdizionali;

d) finalità di iscrizione all’Associazione.

La finalità di cui al punto a) non comporta il trattamento di dati personali, mentre la finalità di cui al punto c) rappresenta un trattamento legittimo di dati personali ai sensi della Normativa Applicabile in quanto, una volta conferiti i dati personali, il trattamento è necessario per adempiere ad un obbligo di legge a cui il Titolare è soggetto; la base legale del trattamento di dati personali per le finalità di cui al punto d) è l’erogazione di un servizio per cui sarà prestato  un apposito consenso al trattamento dei propri dati personali. In alcuni casi (non oggetto dell’ordinaria gestione del sito) l’Autorità può richiedere notizie e informazioni ai sensi dell’art. 157 del D. Lgs del 30 giugno 2003, n. 196 ai fini del controllo sul trattamento dei dati personali. In questi casi la risposta è obbligatoria a pena di sanzione amministrativa. 

Il conferimento dei dati personali per la finalità sopra elencate è facoltativo, ma il loro eventuale mancato conferimento potrebbe rendere impossibile riscontrare una richiesta dell’utente.

MODALITA’ DEL TRATTAMENTO 

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. 

Sono state adottate le misure di sicurezza atte a ridurre al minimo i rischi afferenti la riservatezza, la disponibilità e l’integrità dei dati personali raccolti e trattati.

CONDIVISIONE, COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI

I dati raccolti potranno essere trasferiti o comunicati a collaboratori interni o fornitori di servizi telematici per attività strettamente connesse e strumentali alle finalità per cui i dati sono stati raccolti (quali l’operatività del servizio Internet, la gestione del sistema informatico e telematico, l’evasione di particolari richieste consulenziali). I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richiesta di invio di materiale informativo sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta e sono comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario (incluse società che forniscono servizi di imbustamento, etichettatura, spedizione). 

Al di fuori di questi casi, i dati non saranno comunicati, né concessi ad alcuno, salvo che: 1. vi sia consenso esplicito a condividere i dati con terze parti; 2. vi sia la necessità di condividere con terzi le informazioni al fine di prestare il servizio richiesto; 3. ciò sia necessario per adempiere a richieste dell’Autorità Giudiziaria o di Pubblica Sicurezza. 

Nessun dato derivante dal servizio web è mai diffuso.

DIRITTI DEGLI INTERESSATI

I soggetti cui si riferiscono i dati personali, ai sensi degli artt. 15-22 del Regolamento Europeo 2016/679, godono dei diritti di seguito elencati:

il diritto di accesso ai dati personali, che comprende altresì il diritto ad ottenere una copia dei dati personali oggetto di trattamento;

il diritto di ricevere, in un formato strutturato, di uso comune, leggibile da dispositivo automatico e interoperabile, i dati personali che lo riguardano;

il diritto di ottenere l’aggiornamento, la rettificazione o l’integrazione dei dati;

il diritto di ottenere la cancellazione, la limitazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

il diritto di ottenere l’attestazione che le operazioni di cui ai punti che precedono sono state portate a conoscenza, anche per quanto concerne il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati, con l’eccezione dei casi in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestatamene sproporzionato rispetto al diritto tutelato;

il diritto di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che la riguardano, anche se pertinenti allo scopo della raccolta ed ai trattamenti effettuati per le finalità previste dalla normativa vigente.

il diritto di proporre reclamo al Garante dei dati personali, secondo la procedura consultabile al sito http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/4535524 per lamentare una violazione della disciplina in materia di protezione dei dati personali e richiedere una verifica dell‘Autorità.

MODIFICHE ALLE PRESENTI POLITICHE SULLA PRIVACY

La SIU verifica periodicamente le proprie politiche relative alla privacy e alla sicurezza e, se del caso, le rivede in relazione alle modifiche normative, organizzative o dettate dall’evoluzione tecnologica. 

In caso di modifica delle politiche, la nuova versione sarà pubblicata in questa pagina del sito.

DOMANDE, RECLAMI E SUGGERIMENTI

Chiunque fosse interessato a maggiori informazioni, a contribuire con propri suggerimenti o avanzare reclami o contestazioni in merito alle politiche privacy di o sul modo in cui la stessa tratta i dati personali, può scrivere al seguente indirizzo e-mail (inserire lo stesso indirizzo mail indicato nella informativa per i soci). 

© 2018 Copyright - Controllati.it edito da SMM Srl, Milano

Entra con le tue credenziali

o    

Ha dimenticato i dettagli?

Create Account

È un progetto editoriale
SMM Srl, Milano

01. Bevi con regolarità un’adeguata quantità di acqua.

È consigliabile bere almeno 1,5 litri d’acqua ad intervalli regolari durante tutta la giornata. Scegli un’acqua oligominerale, leggera, a basso contenuto di sodio e diuretica, che possa facilitare la funzionalità renale, consentendo l’eliminazione di scorie e liquidi in eccesso.

02. Segui una corretta alimentazione.

Si consiglia di limitare il consumo di grassi animali, birra, insaccati, spezie, pepe, peperoncino, alcolici e superalcolici, caffè, privilegiando, al contrario, i cibi contenenti sostanze antiossidanti quali vitamina A (carote, albicocche, spinaci, broccoli, pomodori), vitamina C (ribes, kiwi, agrumi, fragole, mirtilli, cavolfiori, peperoni), vitamina E (olio d’oliva, oli vegetali, germe di grano), selenio (carne, noci, tuorlo d’uovo), zinco (carni rosse, noci, fegato).

03. Controlla la normale conformazione e lo sviluppo dell’apparato genitale nel tuo bambino.

Controlla se il tuo neonato ha i testicoli in sede ed il glande scoperto.

04. Effettua una visita urologica nelle varie fasi della vita: pubertà, età adulta e terza età.

Prendi esempio dal mondo femminile: la prevenzione si fa a tutte le età.

05. Presta attenzione a quante volte urini e se avverti bruciore.

L’aumento della frequenza minzionale e la presenza di bruciore rappresentano i primi segnali di infezione della vescica e della prostata.

06. Ricorda, nella vita di coppia, che l’infertilità dipende nel 50% dei casi dal maschio.

Ricorda, nella vita di coppia, che l’infertilità dipende nel 50% dei casi dal maschio. È consigliabile eseguire un esame del liquido seminale in previsione di una gravidanza desiderata, perché eventuali alterazioni possono mettere in evidenza patologie che sono risolvibili, se trattate in tempo.

07. Presta attenzione ad eventuali perdite involontarie di urina.

È importante non trascurare anche il minimo episodio di incontinenza urinaria, sia sotto sforzo che a riposo.

08. Consulta sempre un urologo se vedi sangue nelle urine.

Anche un singolo episodio di sangue nelle urine (ematuria) può rappresentare un sintomo precoce di gravi patologie dell’apparato urogenitale.

09. Effettua, dopo i 50 anni, almeno una volta l’anno un prelievo di sangue per controllare il psa e il testosterone.

Il PSA è un marcatore specifico della prostata utile per la diagnosi precoce del tumore. Il TESTOSTERONE è il principale ormone maschile e ad esso sono collegate numerose patologie (calo del desiderio sessuale e alterazioni collegate alla sindrome metabolica, quali diabete, patologie cardiovascolari, obesità ed iperlipidemia).

10. Mantieni una sana vita sessuale a tutte l’età.

Una regolare attività sessuale contribuisce al mantenimento di un buon equilibrio psico-fisico.

Ematuria

EMATURIA o “Sangue nelle urine”: sebbene il colore “rosso” non voglia dire necessariamente avere del sangue nelle urine (alcuni cibi -per esempio le rape rosse- o alcuni farmaci possono determinarne una colorazione rossastra), questo sintomo dovrebbe sempre essere tenuto in grande considerazione e approfondito con una serie di accertamenti (a cominciare proprio da un esame delle urine) e con una visita specialistica. Le principali possibili cause possono essere infatti INFEZIONI URINARIE, CALCOLOSI URINARIA, TRAUMI, ma la patologia più importante è sicuramente rappresentata NEOPLASIA DELLE VIA URINARIA (Vescica e Alta Via Escretrice): si tratta di una neoplasia molto diffuso che trova nel principale fattore eziologico il FUMO DI SIGARETTA. È pertanto necessario informare i Pazienti sui rischi concreti del fumo e invitarli a smettere.

Disturbi del basso apparato urinario

i più comuni sintomi vanno dal bisogno di urinare con una maggior frequenza (pollachiuria) al dolore durante la minzione (stranguria) alla difficoltà di urinare (disuria). Pur essendo sintomi molto comuni, necessitano comunque sempre di una valutazione specialistica per identificarne la causa specifica e scegliere la terapia più adeguata. La causa più comune è rappresentata certamente dall’IPERPLASIA PROSTATICA BENIGNA, ovvero l’ingrossamento benigno della prostata responsabile di un’ostruzione alla fuoriuscita dell’urina dalla vescica. La genesi è multifattoriale, ma sembra comunque esistere una correlazione con un regime alimentare non corretto (eccessivo consumo di zuccheri semplici e grassi). Esistono tuttavia altre cause di difficoltà minzionale, quali per esempio le STENOSI URETRALI.

Deficit Erettile o “Impotenza”

è un disturbo molto frequente caratterizzato da una difficoltà a raggiungere o mantenere un’erezione sufficiente per completare un rapporto sessuale. Le terapie sono molte e diversificate, ma prima di tutto è fondamentale una corretta definizione della causa precisa (per evitare terapie altrimenti inutili o addirittura dannose). Anche se una componente “emotiva” è molto frequente, le cause più frequenti sono certamente rappresentate dall’insieme dei sintomi e patologie note come SINDROME METABOLICA (OBESITÀ, DIABETE TIPO 2, IPERTENSIONE ARTERIOSA, IPERCOLESTEROLEMIA). Un cambiamento dello stile di vita con un regime dietetico sano, unito a un’attività fisica regolare e all’abolizione del fumo di sigaretta, possono essere sufficienti a risolvere il problema e devono comunque rappresentare il primo passo per evitare tutte le patologie secondarie correlate alla stessa sindrome metabolica (infarto miocardico, ictus cerebrale, insufficienza renale,...). Un’altra causa di Deficit Erettile è rappresentata poi dall’ESITO DI INTERVENTI CHIRURGICI RADICALI (per esempio Prostatectomia Radicale) che possono determinare un temporaneo o più raramente definitivo problema di erezioni.

Colica renale

è un sintomo caratterizzato spesso da un fortissimo dolore al fianco che si irradia anteriormente sino ai genitali, ma che qualche volta si presenta come un dolore sordo, un senso di peso al fianco. Proprio per questo la presenza di un qualsiasi dolore a livello della zona lombare non altrimenti spiegabile, dovrebbe sempre essere approfondito con una valutazione urologica e con dei successivi esami specifici. Il sintomo è causato nella maggior parte dei casi da un CALCOLO NELLA VIA URINARIA: sovente esso viene espulso spontaneamente, ma qualche volta è necessario un trattamento chirurgico (generalmente mini-invasivo) per rimuoverlo. Si tratta di una patologia che può essere prevenuta in prima battuta attraverso l’introduzione di un’adeguata quantità di liquidi nell’arco della giornata (1.5-2 litri/die).Altre patologie (RESTRINGIMENTI DELL’URETERE, NEOPLASIE) possono però determinare una colica renale: è pertanto sempre indispensabile una corretta diagnosi e una valutazione specialistica.

Incontinenza urinaria

INCONTINENZA URINARIA o “Perdita involontaria di urina”: si tratta di un sintomo che nella maggior parte dei casi viene vissuto come “normale” e quasi “inevitabile” nei soggetti anziani. Anche se sovente viene tenuto “nascosto” per motivi di imbarazzo, l’incontinenza può avere varie cause che possono essere facilmente identificate e trattate con successo. Essa può essere per esempio l’esito (sovente temporaneo) di un intervento chirurgico come la prostatectomia radicale (INCONTINENZA DA SFORZO) o il sintomo della presenza di un’infezione vescico-prostatico o (nei casi peggiori) di una neoformazione vescicale (INCONTINENZA DA URGENZA). Più spesso però può trattarsi di un gocciolio continuo nei casi di Pazienti che abbiano un’incapacità cronica di svuotare la vescica, per esempio per un ingrossamento prostatico inveterato (INCONTINENZA DA RIGURGITO). Proprio per la complessità del sintomo sarà quindi determinante informare il Paziente della necessità di una visita specialistica da parte dell’Urologo che potrà identificarne l’esatta eziologia e attuare il percorso terapeutico volto alla ricerca del trattamento più opportuno.

Sed ut perspiciatis unde omnis iste natus error sit voluptatem accusantium?

doloremque laudantium, totam rem aperiam, eaque ipsa quae ab illo inventore veritatis et quasi architecto beatae vitae dicta sunt explicabo. Nemo enim ipsam voluptatem quia voluptas sit aspernatur aut odit aut fugit, sed quia consequuntur magni dolores eos qui ratione voluptatem sequi nesciunt. Neque porro quisquam est, qui dolorem ipsum quia dolor sit amet, consectetur, adipisci velit, sed quia non numquam eius modi tempora incidunt ut labore et dolore magnam aliquam quaerat voluptatem.